Claudia Bertolero imprenditrice e stilista, italo-peruviana, impetuosa, creativa, poliglotta e amante dell’equitazione.

Claudia Bertolero è conosciuta per aver ideato, durante la sua carriera professionale, un suo proprio stile ispirato al “Cavallo de paso peruviano” e grazie al quale è stata premiata da Pierre Cardín in occasione del “Concorso Internazionale di Giovani Creatori di Moda” presso il Carrousel du Louvre a Parigi, Francia.

L’ampia formazione ottenuta negli Stati Uniti, in Italia e in Francia, ha fatto sì che questa stilista ottenesse numerosi riconoscimenti e innumerevoli inviti a sfilate di moda nazionali ed internazionali, e che le sue creazioni siano apprezzate, applaudite e premiate dal pubblico, dalla stampa e dagli organizzatori in generale. Questi sono solo alcuni esempi di come Claudia Bertolero è cresciuta sia come famosa stilista che come persona. La sua grande passione per la moda così come la sua vitalità si riflettono nel suo lavoro.

Sia il Perú che l’Italia hanno influito nella sua carriera professionale: il Perú con la sua essenza e tradizioni, l’Italia con il design che le ha permesso di sviluppare un suo stile personale. La stilista ci mostra il suo stile con creazioni total look.

Per Claudia Bertolero la perseveranza è una dote fondamentale, in quanto è fermamente convinta che non ci siano limiti nella vita e che si non si debba mai rinunciare ai propri sogni.

La sua collezione più recente, CABO BLANCO, presentata a Perú Moda 2015 e a Poltu Quatu Classic in Sardegna, mostra il sincretismo di 2 culture: quella spagnola di Siviglia e quella Peruviana dell’Altiplano – Puneña; questa commistione dà vita ad una collezione attuale e moderna.

Ispirazione: L’incrocio tra il Cavallo Andaluso e il Cavallo Berbero è all’origine dell’elegante Cavallo Peruviano “de Paso”, che torna ad assumere importanza nella sua collezione, con una nuova interpretazione del soggetto.

Stile: Durante il suo percorso professionale ha sviluppato uno stile classico ma con personalità.

Materiali: baby alpaca

Complementi secondari: seta, pizzo, tulle, cuoio, fili di seta ecc.

Tecniche utilizzate per la realizzazione: ricami laser, ricami a mano, oggetti e finimenti di selleria, macramè.