Un abito del 1965 di Delia Biagiotti facente parte del prezioso archivio Laura Biagiotti sarà presente alla Mostra “Bellissima. L’Italia dell’Alta Moda, 1945-1968” a cura di Maria Luisa Frisa, Anna Mattirolo e Stefano Tonchi che si terrà dal 24 settembre al 10 gennaio 2016 alla Villa Reale di Monza.

La mostra sull’alta moda italiana, inaugurata lo scorso anno a Roma negli spazi del MAXXI, passa in rassegna un momento seminale non solo per la definizione dell’identità della moda italiana ma anche per la sua affermazione internazionale. L’arco temporale che il progetto affronta va da quel 1945, ancora guerra ma già dopoguerra, fino ai rivolgimenti del 1968, che investirono anche l’universo della moda e che si posero alla vigilia dell’avvento di quel prêt-à-porter che avrebbe sostituito negli immaginari internazionali le atmosfere dell’alta moda.

Si tratta di un cappotto di panno bianco con intarsi di cashmere tricot realizzato da Delia Soldaini Biagiotti nel 1965 con l’etichetta Via Veneto 7 creata appositamente per l’esportazione negli Stati Uniti.

Nel variegato affresco dell’alta moda romana Delia Biagiotti rappresenta un unicum, votata sin dagli esordi ad una vocazione di esportazione del Made in Italy verso il ricettivo mercato degli USA, nel quale Jacqueline Kennedy rappresentava un’icona ricca di influenze dell’alta moda” Laura Biagiotti.

Delia Soldaini in Biagiotti (Roma 1914-1999), dopo aver lavorato come segretaria di redazione per diverse testate e occupato un ruolo da dirigente in un’azienda chimica, debutta nel mondo della moda nel 1960. Inizia con la vendita di biancheria ricamata che fa realizzare a Firenze e successivamente apre una sartoria di abiti su misura invia Salaria 126. Presenta le sue creazioni nella sezione Boutique delle manifestazioni di Alta Moda Italiana realizzate a Roma. Conquista il mercato americano con la produzione della linea boutique Via Veneto 7, commissionatale da un gruppo di Seventh Avenue. Nel 1964 realizza le divise per le hostess dell’Alitalia.
Dal 1965 ad affiancarla nell’attività c’è la figlia Laura Biagiotti (Roma, 1943), insieme a nuovi partners fondano la nuova società Biagiotti Export impegnata nella produzione e nella distribuzione di prestigiose firme dell’Alta Moda romana: Schuberth, Capucci, Litrico e Barocco.
Dal 1972, anno di esordio della prima collezione Laura Biagiotti, Delia ricopre l’incarico di Presidente dell’Azienda che lascia nel 1988, anno in cui decide di ritirarsi a vita privata.
Nel 1997 Lavinia Biagiotti Cigna, terza generazione della famiglia, entra nell’azienda di cui è Vice Presidente dal 2005.