Moda sostenibile made in Italy: le scarpe a Km zero e quelle con le suole in sughero e mais. Sono realizzate mediante l’utilizzo di materiali ecologici a basso impatto ambientale e puntano sul rilancio dei distretti produttivi e artigianali italiani: scoprite tutto sulle calzature a km zero di Carrera e su quelle biologiche firmate Carta Vetrata.

Non solo comode e pratiche ma anche economiche, ecologiche e eticamente sostenibili: sono le calzature a km zero dello storico marchio Carrera, realizzate in collaborazione con Coop e Legambiente. Obiettivo principale: fornire un prodotto di qualità che rispetta l’ambiente e allo stesso tempo rilanciare il prestigio dei prodotti made in Italy. Queste speciali ed ecosostenibili calzature sono realizzate infatti mediante l’utilizzo di pellami, accessori e suole certificate a basso impatto ambientale e tutte le diverse fasi di lavorazione, dal trattamento dei materiali allo smaltimento avvengono nel pieno rispetto delle normative italiane a difesa dell’ambiente. Ma c’è di più: il progetto “Scarpe a Km zero”, cerca di rilanciare il settore delle calzature italiane messo a dura prova dalle produzioni made in China e lo fa sostenendo, attraverso un pieno rispetto della legislazione sul lavoro e delle condizioni igienico-sanitarie e ambientali, i distretti produttivi e artigianali della Puglia e della Campania, gli unici rimasti operativi in Italia dopo la chiusura di gran parte del comparto calzaturificio del Nord-Est e delle Marche. Un prodotto locale ed etico quindi che si oppone alla delocalizzazione all’estero dei comparti produttivi, evita l’inquinamento prodotto da un eventuale trasporto  delle calzature dai paesi stranieri e offre una possibilità di rilancio produttivo ed economico del settore. Il progetto non ha inoltre richiesto alcun finanziamento ma si finanzia da sé mettendo a disposizione dei clienti un prodotto di qualità a un prezzo low cost: i diversi modelli della collezione hanno infatti un prezzo competitivo che va dai 39 ai 54 euro. Per tutte le altre informazioni e per sapere dove trovare le scarpe a Km cliccate qui. E non è ancora tutto perché vogliamo parlarvi anche di un’altra realtà tutta italiana, Carta Vetrata, un marchio di accessori e calzature biologiche. Le scarpe di questo giovane marchio vengono infatti realizzate senza l’utilizzo di additivi chimici e adoperando solo materiali ecologici come pelle a concia vegetale, gomma e feltro riciclati. Non sprecone, di qualità e decisamente particolari e innovative: nella collezione di scarpe firmate “Carta Vetrata” troviamo infatti sneaker in cotone 100 per cento biologico e scarpe con le suole in sughero o in tutolo di mais, una materiale recuperato dagli scarti agroalimentari, traspirabile, resistente e amico dell’ambiente. Due progetti italiani importanti che mettono in evidenza che è quindi possibile camminare ecologico facendo attenzione alla propria salute e a quella dell’ambiente e favorendo allo stesso tempo il rilancio del made in Italy.