Tag "made in italy"

Pranzare all’aria aperta

Con la bella stagione la voglia di pranzare all’aria aperta è quasi una naturale necessità. Ci sono aziende nel mondo dell’arredamento e del design che si specializzano proprio in questo campo. Nardi garden è sicuramente una di queste, forse una delle più dinamiche, per design, forma e colori dei prodotti pensati per l’outdoor. E’ il caso delle collezioni Alloro & Palma disegnate dal designer storico dell’azienda “Raffaello Galiotto”. Richiami ai fasci

L’Italia della Birra si è ritrovata per due weekend a Pordenone

Chiusura con successo per la prima Fiera della birra artigianale di Pordenone. La birra artigianale non teme nemmeno la concorrenza delle feste di Halloween. Il secondo fine settimana aumenta ulteriormente le presenze, col oltre 17 mila visitatori totali. “E’ nata una nuova stella dopo Santa Lucia”, commenta l’organizzatore Guido Antoniazzi La birra artigianale non teme nemmeno la concorrenza delle feste di Halloween: nel secondo fine settimana di apertura la Fiera della birra

Cantine aperte Quota 101 : Domenica 31 maggio a Torreglia PD

La cantina padovana Quota 101 propone un percorso in cantina in tre tappe: la biodiversità, le degustazioni in vigna, gli abbinamenti con lo street food. Dalle 14:30 alle 19. Domenica 31 maggio 2015 dalle 14:30 alle 19 l’azienda agricola Quota 101 di Torreglia (Padova) aderisce a Cantine Aperte, manifestazione promossa dall’Associazione Movimento Turismo Vino. In programma due tour guidati in tre tappe, su prenotazione con partenza alle 15 o alle

Clayver: l’argilla intelligente ora è reltà

Verrà presentato a Enoforum (Fiera di Vicenza, 5-7 maggio 2015) il rivoluzionario contenitore in gres porcellanato Clayver. Testato per oltre un anno, è ora disponibile anche il suo primo vino. Si chiama Clayver, l’argilla intelligente: è un innovativo contenitore di forma sferica, ideato e prodotto dall’azienda savonese MimItalia. Viene utilizzato in enologia, tanto per la vinificazione quanto per la conservazione e l’affinamento del vino. Si ispira alle anfore di terracotta,

Domani partono le cene a più mani

Domani partono le cene a più mani che vedono coinvolti gli Chef Chic e gli allievi della scuola. L’associazione Chic ed il Capac Politecnico del Commercio e del Turismo di Milano presentano le cene a più mani che vedranno protagonisti alcuni Chef dell’associazione e gli allievi dell’istituto, futuri professionisti della ristorazione. A partire dal mese di marzo alcuni Chef Chic insieme agli allievi del politecnico daranno vita ad una serie

Scottiglia Aretina è un tipico piatto toscano

La scottiglia Aretina  è un tipico piatto toscano che trova le sue origini in casentino; non a caso, da più parti, questa ricetta è ribattezzata come il cacciucco del Casentino. Le origini della scottiglia sembrano risalire molto indietro nel tempo… c’è chi la fa risalire al medioevo, ma anche chi la porta ancora più indietro, addirittura all’epoca etrusca. Preparazione: fare a piccoli pezzi la carne e, se possibile passarla sulla

Nosiola vino DOC Trentino

Nosiola:  unico vitigno bianco autoctono coltivato da sempre sulle colline laterali della Val d’Adige e nella Valle dei Laghi dove è utilizzato anche per la produzione del tradizionale Vino Santo. Un vino bianco che stupisce per la sua immediatezza e per la sua versatilità. Nosiola, nome legato alla nocciola, legame non solo fonetico. Nella versione tradizionale è proprio il sentore (e la sapidità) del frutto acerbo del nocciolo selvatico, che

Jota triestina: minestra a base di crauti, fagioli e patate

Jota triestina: si tratta di una minestra che nella versione triestina è a base di crauti (in dialetto triestino capuzi garbi, cappucci acidi),fagioli e sovente patate; viene insaporita con costine o altra carne di maiale affumicata. Diversamente che a Trieste, dove godette sempre del massimo apprezzamento e non fu mai considerata cibo da poveri semmai l’opposto, la Jota in Friuli veniva considerata una pietanza di ripiego, tanto che i vecchi

Il Salignön: l’aroma di una ricotta originale

Il salignön: l’aroma di una ricotta originale come piacevole antipasto. Non è segreto per nessuno che la Valle d’Aosta è terra di pascoli di alta montagna, dove le mucche si nutrono di erbe profumate dando al latte un sapore davvero unico. L’uomo poi, con impegno e arte, dona il suo contributo per ottenere il prodotto alimentare da sempre l’orgoglio dei “montagnards“: il formaggio. Numerosi alpeggi sono disseminati sulla parte più

La Gubana: specialità di Cividale del Friuli

La Gubana specialità di Cividale del Friuli. Fare ammorbidire l’uvetta nel marsala. Nel mixer tritare finemente noci e mandorle, quindi unire la frutta candita, i pinoli, la scorza grattugiata degli agrumi, l’uvetta ben strizzata e i pinoli, e tritare ancora. Mettere l’impasto in una ciotola e unire il pangrattato (precedentemente soffritto nel burro fino a farlo schiumare), una buona grattugiata di noce moscata, un pizzicone di cannella in polvere e

La Motzetta

La Motzetta, un piacevole antipasto: carne essiccata, tenera, gustosa e aromatica La motzetta, carne essiccata di bovino, camoscio, cervo o cinghiale, è nata dall’antica esigenza di conservare a lungo la carne per il fabbisogno invernale della famiglia. Si presenta, allo sguardo, tenace e corazzata ma, in bocca, diventa tenera e gustosa. Preparata con tagli crudi interi, compatti e poco grassi, viene lasciata a macerare con erbe aromatiche di montagna, accompagnate

Recioto della Valpolicella Doc

Recioto della Valpolicella Doc è prodotto con le medesime uve e nelle medesime zone dei vini aventi diritto alla denominazione Valpolicella, dopo che queste sono state sottoposte a leggero appassimento fino a portarle ad una gradazione naturale complessiva non inferiore a 12°. Zone di produzione del Recioto della Valpolicella Doc, comprende 19 comuni della fascia settentrionale della provincia di Verona, de est a ovest. la resa massima delle uve non deve superare

Bardolino Doc si ottiene prevalentemente dalle uve di corvina veronese

Il vino Bardolino Doc si ottiene prevalentemente dalle uve di corvina veronese, con aggiunte di rondinella ed eventualmente altri vitigni minori. Ha un colore rosso rubino brillante. È delicatamente fruttato, con note di ciliegia, marasca, fragola, lampone, ribes e spezie (cannella, chiodo di garofano, pepe nero). È dotato di una grande bevibilità e di una straordinaria capacità di abbinamento al cibo. Colore: rosso rubino brillante; Profumi: delicatamente fruttato e fragrante, con note di

Chambave Muscat uve di Moscato per un vino di buon corpo, ricercato e versatile

Chambave Muscat uve di Moscato per un vino di buon corpo, ricercato e versatile. Le uve di Moscato Bianco, utili alla vinificazione del Vallée d’Aoste Chambave Muscat DOC,raggiungono la giusta maturazione nei vigneti dislocati sulle colline di Chambave, Pontey, Verrayes, Saint-Denis, Châtillon e Saint-Vincent. Ne scaturisce un vino giallo paglierino brillante, con riflessi dorati, di buon corpo, secco, giustamente alcolico, con retrogusto finemente amarognolo, che si presta ad essere bevuto fuori pasto,

Arnad Montjovet vino a base di Nebbiolo

Arnad Montjovet, vino a base di Nebbiolo: profumo fine e sentori di vaniglia. Il Vallée d’Aoste Arnad-Montjovet DOC è un rosso dal sapore asciutto, caratterizzato da sensazioni di cuoio e di terra, che ricorda alcuni vini prestigiosi delle Prealpi piemontesi a base di Nebbiolo. I vitigni utilizzati per la sua produzione, dislocati nei territori di Arnad e nei comuni limitrofi (Hône, Verrès, Issogne, Challand-Saint-Victor, Champdepraz, Montjovet), sono ilNebbiolo (min 70%), il Dolcetto, il Pinot Nero, il