TUBES sarà a Bologna Water Design 2014, all’interno di Once Upon a Water, l’installazione nata dalla collaborazione tra lo studio Alhambretto e Ciicai.

la manifestazione dedicata al mondo dell’acqua che avrà luogo dal 22 al 27 settembre presso i suggestivi spazi dell’Ex Ospedale dei Bastardini di Bologna, all’interno dell’installazione “Once Upon a Water”, un progetto nato dalla collaborazione tra lo studio Alhambretto e Ciicai. I caloriferi Scaletta di Elisa Giovannoni, Kangeri di Satyendra Pakhalè, Square Bench e Tbt free-standing di Ludovica + Roberto Palomba saranno parte integrante di un affascinante allestimento che celebra i molteplici percorsi che l’acqua intraprende all’interno delle mura di casa attraverso i tubi dell’acqua, un racconto poetico che fa riferimento ai maestri artigiani idraulici che hanno dato vita al consorzio Ciicai. Alhambretto Design Studio si occupa di design di prodotto, interni e grafica ricercando il giusto mix tra funzionalità e poesia. I progetti firmati Alhambretto rivolgono uno sguardo critico al passato e recuperano in chiave contemporanea il saper fare manifatturiero. Ciicai – Consorzio di Installatori Idrotermosanitari e Condizionamento – è la realtà bolognese per il commercio all’ingrosso e al dettaglio di ogni materiale legato alla termoidraulica, all’arredo bagno, casa e giardino.  Tubes rappresenta, nel segmento produttivo dei radiatori e scaldasalviette, l’evoluzione di una realtà imprenditoriale che vanta un’esperienza trentennale. Azienda sita nel cuore del nord-est sin dagli inizi, nel 1994, ha dimostrato sensibilità nel captare le aspettative del mercato. Tubes ha puntato sull’innovazione per creare una identità propria e connotata, dando avvio a un intenso lavoro di ricerca e sperimentazione in campo tecnico ed estetico, condotto in parallelo su materiali, processi di lavorazione, forme e dimensioni. Tre le collezioni di punta dell’azienda: Basics, Extras ed Elements. Quest’ultima, con la direzione artistica di Ludovica+Roberto Palomba, ha il merito di aver conferito una nuova identità al calorifero, grazie anche al contributo stilistico di autorevoli firme del design internazionale, fino a trasformarlo da mero componente d’impianto a elemento tecnologico della struttura architettonica.