Consegnati i carrelli degli oli d’oliva extravergine di Calabria ai ristoratori che li esporranno nei propri locali. L’assessore regionale all’agricoltura Michele Trenmaterra e il dirigente generale Giuseppe Zimbalatti,

nel corso di una cerimonia che si è svolta a Catanzaro nella sede del dipartimento, hanno consegnato i carrelli degli oli d’oliva extravergine di Calabria ai ristoratori che li esporranno nei propri locali. “Il carrello degli oli extravergine calabresi – ha affermato Trematerra – nasce dal desiderio e dall’intenzione di promuovere le eccellenze calabresi anche al di fuori dei confini regionali e nazionali. Un atto molto sentito da questa amministrazione che, sin dal momento del suo insediamento, ha sposato con grande convinzione la causa dell’olio di qualità calabrese, con lo scopo di conquistare fette sempre più importanti di consumatori e di favorire la redditività delle tante aziende calabresi che, con molti sacrifici, danno vita a prodotti di alta qualità”.

Infatti, l’iniziativa va ad aggiungersi ad una serie di interventi finalizzati alla promozione ed alla valorizzazione dell’olivicoltura e degli oli di qualità calabresi. Primo fra tutti la redazione della Legge regionale 48 del 30/12/2012 ‘Tutela e valorizzazione del patrimonio olivicolo della Calabria’ “con la quale – ha precisato l’esponente della Giunta regionale – si è rimesso ordine e sono state stabilite delle norme certe e chiare, in un settore fondamentale per una regione a forte vocazione olivicola come la Calabria, ma ereditato in stato di completo abbandono”.

“Attraverso il carrello degli oli – ha poi specificato Trematerra –, realizzato naturalmente con legname calabrese, intendiamo mostrare la Calabria più bella e più produttiva, in modo da valorizzare anche i nostri territori. Ancor prima del carrello regionale degli oli, ricordo che è stata istituita l’elaioteca regionale ‘casa degli oli extravergine di Calabria’, con l’obiettivo di valorizzare, attraverso una serie di iniziative di informazione e promozione, la produzione olivicola calabrese e di consolidare la sua diffusione sui mercati nazionali ed esteri Inoltre questo dipartimento ha promosso anche la realizzazione della Carta degli oli regionali, volta a favorire la conoscenza delle nostre eccellenze.

Ci auguriamo che nella prossima legislatura si continui sulla strada da noi intrapresa, con il solo obiettivo dello sviluppo economico del settore e che, per perseguire questo scopo, si riesca in maniera maggiore a fare sistema, tra istituzioni, imprenditori e associazioni. Auspico inoltre – ha concluso l’assessore Trematerra – che questa bella iniziativa, una volta partita, coinvolga quanti più ristoratori possibili”. p.g.