Colé Italian Design Label è un giovane marchio del design italiano che ha già ottenuto importanti riconoscimenti a livello internazionale,

tra cui Le Palmarès de l’ArchiDesignClub by Muuz. Fondato da Matteo De Ponti e Laura Macagno, propone un nuovo modo di fare design, basato su una sofisticata ricerca espressiva e su un’inedita collaborazione tra tutti i protagonisti della catena produttiva. Le collezioni, realizzate in collaborazione con Lorenz*Kaz, Aksu/Suardi, Emmanuel Gallina, Hagit Pincovici, Bracchetti+Saibene, Lorenza Bozzoli e Miki Astori, sono il frutto di una riflessione sui mobili della memoria e di un gusto colto per la contaminazione di segni, materiali e culture. In occasione del Fuorisalone 2016, Colé Italian Design Label lavora su alcuni dei suoi prodotti più riusciti e ne offre un aggiornamento, anticipando nuove tendenze in termini di colori e materiali.

Tria Gold | design Lorenz*Kaz – L’iconica sedia Tria ispirata alle forme impossibili di Mauritz Escher in una nuova versione d’avanguardia con la sofisticata base oro, definendosi in un gioco di curve e di fughe inafferrabili. Finiture: la scocca a forma di corolla, in multistrato curvato, è disponibile in finitura rovere naturale, tinto nero o bianco, e nella grafica versione legno impiallacciato a righe nero avorio. Può essere usata in 2 diverse posizioni di seduta, centrale o laterale (dx o sx).

Tria Simple Gold | design Lorenz*Kaz – Nasce da una costola della Tria e ne riprende la curva, per originali e nuove composizioni. Da sola è una sedia elegante ed essenziale. Combinata alle Tria a corolla suggerisce interessanti e dinamici effetti di seduta, che possono risolversi attorno a un tavolo o suggerire l’effetto di una panca.

Sushi Kart All greys | design Lorenza Bozzoli – Le algide bionde di Hitchcock, le more di Godard, e adesso tutte le sfumature del grigio… I capelli nell’arte come strumento narrativo… Come una diva, Sushi Kart interpreta due anime: dalla purezza nordica nella versione laccata bianca, al modernismo catalano con i profili in lacca nera, per arrivare alla nuova versione con i ripiani in varie sfumature di grigio. Lorenza Bozzoli con questo progetto conferma ulteriormente la sua predilezione per le forme morbide e sensuali, i colori evocativi e vibranti e i richiami alla cultura giapponese con i suoi riferimenti di colta ibridazione ultra contemporanea. Finiture: struttura in mdf laccato nero o bianco, vassoi in mdf laccato nero o bianco con piani in vetro retro laccato in diverse sfumature di grigio, dettagli in ottone.

Vienna Soft chair e little armchair | design Emmanuel Gallina  – Le sedie e le poltrone Vienna sono la naturale evoluzione imbottita delle omonime sedie e poltroncine e, come loro, riescono ad armonizzare bellezza e funzionalità. Emmanuel Gallina continua un personalissimo viaggio nella memoria che spazia dalla Vienna di fine Ottocento agli anni ’50 di Marcel Gascoin, passando per le visioni dell’americano E.J. Brussel. Finiture: struttura in legno massello di faggio naturale o tinto noce canaletto con sedile e schienale imbottiti.

 

Vienna Lounge Second Movement design Emmanuel Gallina – Un’evoluzione di Vienna Lounge con doppio cuscino sullo schienale per un confort extra. Come dice Robert De Niro: “Lo capisci che è la sedia giusta, subito la senti tua”. Finiture: struttura in legno massello di faggio naturale o tinto noce canaletto con braccioli e schienale in paglia di Vienna, cuscino della seduta e doppio cuscino sullo schienale in misto schiuma poliuretanica e piuma per il massimo confort.